Notizia

img-notizia

06/08/2019Non un semplice tetto

Quando abbiamo incontrato la famiglia Ojeda siamo rimasti colpiti dalla loro situazione. Berginia Ojeda ha 68 anni, è sola con 7 figli di cui uno cieco e uno diabetico, non lavora e ha problemi di salute. Ci abbiamo parlato e le abbiamo chiesto subito cosa potevamo fare per sostenerla. Ci ha detto che aveva bisogno della luce perchè, non potendo pagare le bollette, gliel‘avevano staccata. Poi ci ha mostrato il tetto di paglia, distrutto, della sua casa. A questo punto le abbiamo chiesto di cosa avesse più bisogno: del tetto o della luce.


E lei ci ha risposto: "Del tetto della cucina perchè così posso iniziare a cucinare qualcosa e a venderlo, mettendo su un piccolo negozietto domestico. Così guadagnerei qualcosa e potrei mettere la luce in casa".


Ecco qua il nuovo tetto della famiglia Ojeda. Un tetto resistente e sicuro significa non aver paura della pioggia e dei tifoni, significa poter utilizzare la cucina e non cucinare più all‘esterno e, come ci ha dimostrato Berginia, vuol dire anche nuove opportunità. Tutto questo significa la possibilità di condurre una vita migliore.

 

Clicca qui per conoscere il nostro progetto "Una casa, una famiglia"

Condividi

Amore è la luce dello spirito Quando abbiamo bisogno della luce? Non durante il giorno, ma quando regna la notte. Allora ci occorre una lampada, una fiamma, la luna. Fate del vostro meglio per portare luce e amore nella vita di coloro che incontrate.

Sathya Sai Baba

    •  Chi siamo

    •  Cosa facciamo

    •  Iniziative

    •  Comunicazione

    •  Come sostenerci