Notizia

img-notizia

23/09/2019Congo, una testimonianza di vita

Per capire come lavorare insieme e sostenerci a vicenda è importante conoscersi. Per questo motivo ieri Caterina e Silvia hanno incontrato Padre Protrais Kabila, agostiniano assunzionista, accompagnato da Giampiero Gori presidente dell’Associazione Fionda di Davide ONLUS, e hanno ascoltato la sua testimonianza di vita.


Di origini congolesi, Padre Protrais lavora sul battello "Je Sers" (Io Servo), parrocchia e luogo di mutua assistenza, accoglienza di migranti e rifugiati. Malgrado questo momentaneo impegno europeo, dovuto soprattutto a questioni di sicurezza, Padre Protais desidera rientrare a casa sua, in Congo, per proseguire il suo lavoro a Beni, nel Nord Kivu. Nel suo paese, Padre Protais è stato minacciato più volte ed è scampato a vari attentati a cause delle sue denunce contro il regime del dittatore Kabila.


Oggi dalla Francia, continua a sostenere e accompagnare le comunità congolesi alle quali è legato, in modo particolare a Beni ha dato avvio ad una scuola inizialmente creata per accogliere bambini orfani, ma oggi aperta a tutti, per educare i più giovani alla pace e alla “cultura dell’altro”, perché come lui stesso afferma: "Il Congo è uno dei Paesi più ricchi al mondo dal punto di vista naturale e delle risorse minerarie e non ha bisogno di pane ma di pace”.


Ad oggi la Fondazione non lavora in Congo ma ascoltare e sostenere altre associazioni che lavorano in altri paesi africani è un modo per creare sinergie, condivisioni e scambi per chi si occupa di solidarietà internazionale.

Condividi

Amore è la luce dello spirito Quando abbiamo bisogno della luce? Non durante il giorno, ma quando regna la notte. Allora ci occorre una lampada, una fiamma, la luna. Fate del vostro meglio per portare luce e amore nella vita di coloro che incontrate.

Sathya Sai Baba

    •  Chi siamo

    •  Cosa facciamo

    •  Iniziative

    •  Comunicazione

    •  Come sostenerci