Notizia

img-notizia

01/10/2019La storia di Samuel

Tutt’oggi per molti centrafricani per avere fortuna nella vita è necessario compiere qualcosa di eclatante o un sacrificio. Samuel si ribella a questa credenza pagando un caro prezzo. Due anni fa, infatti, Samuel viene incarcerato per l’omicidio del padre.

 

“Il padre di Samuel era un cercatore di diamanti nei siti minerari a est di Berberati, ha avuto un lungo periodo di poca fortuna nella ricerca di diamanti grezzi, a differenza dei suoi compagni di lavoro. In Centrafrica i cercatori di pietre preziose vengono pagati in base a quanto riescono a trovare nei siti minerari. Quindi più si trova e più si guadagna” racconta suor Elvira, fondatrice della Fraternità Kizito sostenuta dalla Fondazione Un Raggio di Luce.

 

Per avere fortuna nel lavoro l’uomo uccide il suo primogenito ma la fortuna non arriva. L’intenzione dell’uomo è di continuare con i sacrifici. Tocca all’ altro figlio, Samuel, che però si ribella per proteggere la sua vita e quella del fratello più piccolo. Uccide il padre e viene imprigionato. Suor Elvira e i referenti della Fraternità Kizito trovano Samuel nel carcere di Berberati, imprigionato insieme agli adulti.

 


“In Repubblica Centrafricana le condizioni carcerarie sono disastrose. Le necessità di base, quali cibo, vestiti e medicine, sono spesso inadeguate, mancano dispositivi di base per l‘igiene e la ventilazione, illuminazione elettrica, cure mediche di base e di emergenza e accesso adeguato all‘acqua potabile. Non ci sono carceri minorili. I prigionieri minorenni sono tenuti nelle stesse carceri degli adulti, sebbene in celle diverse” spiega suor Elvira.

 

Dopo una lotta incessante arriva finalmente la vittoria: pochi mesi fa Samuel viene affidato a Kizito che si occuperà del suo percorso rieducativo in alternativa al carcere. Samuel ora fa parte del Centro di Formazione Agricola “Sara mbi gazo” a Wotoro. Il Centro offre ai residenti un programma di formazione di 3 anni che include lezioni di alfabetizzazione e formazione professionale in meccanica, falegnameria, cucito ecc… "Non si tratta di assistere i bambini, di avere pietà, ma di farli crescere" afferma Elvira. Dopo un mese di accoglienza Samuel appare in salute, sereno, bello e sorride.

 

Con la tua donazione potrai aiutare
tanti ragazzi come Samuel

Dona ora!

Condividi

Amore è la luce dello spirito Quando abbiamo bisogno della luce? Non durante il giorno, ma quando regna la notte. Allora ci occorre una lampada, una fiamma, la luna. Fate del vostro meglio per portare luce e amore nella vita di coloro che incontrate.

Sathya Sai Baba

    •  Chi siamo

    •  Cosa facciamo

    •  Iniziative

    •  Comunicazione

    •  Come sostenerci